PROGETTI EUROPEI

BioMatDB+: il Clust-ER Health fra i partner del nuovo progetto europeo

Prenderanno il via a maggio le attività del progetto europeo BioMatDB+, una Coordination and Support Action (CSA) di 30 mesi che permetterà di sviluppare e validare una banca dati avanzata per biomateriali, con analisi dei dati e strumenti di visualizzazione.

BIOMATDB+: una panoramica

Il progetto BIOMATDB+ svilupperà un database avanzato per i biomateriali in grado di fornirne informazioni dettagliate sulle proprietà. Il database farà integrare i risultati della ricerca disponibili al fine di incorporare dati su tutte le proprietà dei materiali. BIOMATDB+ fornirà anche un luogo di informazione ottimizzato per il web e consulenti digitali per supportare le aziende, in particolare le PMI, al fine di ottenere accesso e visibilità al mercato. L’ applicazione web permetterà un match tra fornitori e richiedenti attraverso strumenti di abbinamento intelligenti e supporto decisionale passo dopo passo. Per supportare le aziende inoltre, BIOMATDB+ si concentrerà sulla creazione di un’etichetta di biocompatibilità che rifletta il biomateriale standard di qualità per l’applicazione in un dispositivo medico o in terapie avanzate.

Il consorzio BIOMATDB+ è composto da 12 partner che includono sviluppatori di software, data engineering, istituti di ricerca sui biomateriali, cliniche e organizzazioni mediche che agiscono come partner esperti e dimostrativi, nonché reti industriali e di ricerca sui biomateriali. Grazie a questo coinvolgimento, il progetto BIOMATDB+ potrà partire anche dai  risultati del Progetto DEBBIE (H2020 MSCA, n. 751277, “Un database di biomateriali sperimentali e il loro effetto biologico”, 09/2018 – 12/2020) avviato dal Prof. HAKIMI e supportato da 2 partner del consorzio, tra cui il Barcelona Supercomputing Center.

Il consorzio del progetto sarà coordinato da SYNYO GmbH (Coordinatore e Lead Development Partner), una PMI leader con sede a Vienna, centro indipendente di ricerca, innovazione e tecnologia che esplora, sviluppa e implementa nuove tecnologie per affrontare le sfide aziendali e sociali. SYNYO analizza l’impatto delle tecnologie emergenti sulle imprese e sui consumatori e fornisce ai clienti nuove informazioni sulle innovazioni che incidono sui loro investimenti e sulle loro attività.

Il ruolo del clust-ER

Il Consorzio integra anche partner esperti che rappresentano fornitori e reti di utenti, come gli ospedali. Il loro coinvolgimento garantisce che la soluzione sia prodotta su misura per i requisiti richiesti e che venga ripresa e utilizzata, grazie ad un piano dello sfruttamento elaborato all’interno del progetto BIOMATDB+. I partner garantiranno inoltre la comunicazione degli step e dei risultati del progetto attraverso i propri canali sia verso gli addetti ai lavori che, in maniera più divulgativa, verso la cittadinanza.

Il Clust-ER Health sarà coinvolto nella maggior parte dei WP e avrà a disposizione risorse per coinvolgimento dei propri soci e degli stakeholder nello sviluppo della banca dati. In particolare, grazie all’assunzione di nuovo personale, avrà il compito di definire i requisiti utili alla costruzione del database e di supportare la validazione del risultato finale del progetto, oltre alla comunicazione e la diffusione dei risultati all’interno del network di associati e addetti ai lavori.

L’output del progetto: ricadute e impatti scientifici, economici e sociali

Il progetto BIOMATDB+ risponde al bando CL4-2021-RESILIENCE-01, che mira a promuovere lo Spazio europeo della ricerca come mercato unico della conoscenza mediante finanziamento di progetti di eccellenza in scienza, tecnologia e innovazione. Data la grande quantità di dati biologici e clinici che vengono oggi prodotti in tempi sempre più rapidi, BIOMATDB+ fornirà una panoramica su questa disponibilità di dati, che avranno un impatto tecnologico e permetteranno indirettamente di scoprire nuove opportunità, nuove conoscenze e creare nuovi metodi per migliorare la qualità dell’assistenza sanitaria in Europa

Fra gli impatti di tipo economico vi è la maggiore visibilità e fruibilità di un database di biomateriali che consente estrazione, analisi e riutilizzo dei dati in molteplici aree di applicazione; ciò contribuirà a colmare il divario tra il settore industriale e accademico, ma anche clinico e normativo. Facilitando la ricerca e promuovendone l’eccellenza, sarà quindi possibile ridurre il tempo di arrivo sul mercato. Ciò consentirà a ricercatori, responsabili politici e professionisti aziendali di concentrarsi sul progresso nei vari aspetti della scienza dei biomateriali, per migliorare la salute e la qualità della vita.

I risultati del progetto favoriranno la fattibilità di molti progetti di ricerca futuri a livello nazionale e internazionale, con un importante impatto economico legato all’aumento dello sfruttamento commerciale e alle capacità di finanziamento delle organizzazioni che forniscono biomateriali. Inoltre, il time-to-market sarà significativamente accorciato, insieme alla riduzione dei costi e al miglioramento dei biomateriali, grazie ad una più rapida inclusione degli aspetti di innovazione. Tutto questo favorirà una maggiore efficienza anche a livello del sistema sanitario.

I Clust-ER sono finanziati dai Fondi europei della Regione Emilia-Romagna - POR FESR 2014-2020